domenica 24 novembre 2013

SILENZIO ED ATTIVITÀ

Il silenzio, una delle cose più stupende del universo intero, ma che al contempo spaventa, a volte spazientisce, rende nervosi, recalcitanti, ci fa sentire necessaria fare qualsiasi cosa, ma non stare li.
Eppure, il silenzio è la vera natura del tutto. Il silenzio è la stabilità, ciò che sta al di la di ogni cosa, ma che si palesa al di qua, tanto che al di la, al di qua, restano solo parole.
Ci sediamo quindi, con amore e pazienza... e aspettiamo... Ma non c'è nulla da aspettare. Lentamente tutto sedimenta... le attività si fanno più sottili, o forse ci si fa meno caso attacandosi sempre meno.
Si comprendono molte cose, si sentono molte cose, e tanti problemi, difficoltà scompaiono. Resta pace, gioia, felicità, ristoro. Ci si rende conto che sono tutti i ma, però, che rendono le cose più complicate. Questa mente con la sua attività, ma certo non è da disprezzare... solo funziona così, almeno in molte circostanze.
Ci si sente sempre più parte di qualcosa finchè non si cade del tutto in quel qualcosa, e tu, io, mio, ... perdono di significato. Cosa resta dunque? Non lo so', suppongo ciò che sempre è.

domenica 10 novembre 2013

SPIRITUALITÀ SPIEGATA IN OSTERIA

Si soffre perchè ci si fanno troppe menate. Si soffre perchè è parte del essere, ma ci si lagna del soffrire, cosa che è utile se serve a guardare oltre al soffrire stesso e a saper accettare, comprendere anche dalle esperienza altrui. Arrivano allora le paure, si vedono, se conosco si va oltre. Si sceglie la semplicità, e se le cose si complicano beh che importa? Ci si toglie il fardello di tutto, non si hanno meriti, non si hanno colpe, e ci si pone nel mezzo del tutto, in primis di tutto della felicità. 
Questo è il mio posto, e la mia casa da sempre... i "ma", i "perchè", etc etc restano fuori, in realtà sono dentro, tutto è nella mia casa, ma non hanno un peso assoluto.
Ci danniamo a trovare i perchè, le cause, le responsbilità, i metiri e sempre cogliamo solo un aspetto del tutto... è un gioco che da l'illusione di servire, ma è come fare piccole sistemazioni, piccole toppe.
Allora uno se ne sbatte di tutto? No, ma da il giusto peso alle cose. È saggio vivere pieni di ansie, paure, odio, trame da dramma melodrammatico? Per me no, voi vate la vostra scelta e siate coerenti.
Con amore, libiamo un bel calice di vino.... :)