giovedì 5 settembre 2013

LA CONTRADDIZIONE NEL MISTICISMO E NELLA SPIRITUALITA`

Per contraddizione nel misticismo e nella spiritualità non mi riferisco al predicare bene e razzolare male, al usare certi temi per poi strumentalizzare le persone e spillargli soldi, o sfruttarli in qualunque altra maniera rendendoli zombi e schivi/e sessuali o per mantenere acquisire la posizione di super capo di un tal gruppo; mi riferisco al perchè a volte certi insegnamente sembrano cambiare dalle circostanze, escludendo pure varie decontestualizzazione ( il prendere una frase o una sua parte, toglierla dal contesto e citarla... a volte si possono far affermare a qualcuno cose che non voleva assolutamente dire)
Mi riferisco invece nel sentirsi dire dalla stessa persona dire Dio non esiste, si Dio esiste, le regole non servono, segui le regole per continuare il cammino, raggiungere la meta, non c'è nessuna meta da raggiungere, e via dicendo.
Il fatto è, se la persona non è completamente folle, che credo cambi cosa si voglia comunicare in una tale situazione andando anche oltre le parole stesse o considerando con chi si sta parlando, cercando di dare i migliori consigli in queste situazioni.
Dio non esiste se ci si ferma alla fantasia della sua persona, Dio esiste se ci si sente anima sola e persa/
Le regole non servono se non sono comprese, seguite con amore vero e diventano solo formalità vuota, le regole servono per continuare a crescere e diffondere bellezza ed amore nella  vita di tutto e tutti. Se ci si sente disperati, si è in fase di stallo, si affonda in noi stessi, manca poco per realizzare qualcosa che può essere davvero costruttiva, la meta esiste, se ci si ferma solo ad uno stato d'essere e non si accettano gli altri come parte del tutto, se ci si perde solo nella disquisizione filosofica ma arida di cause e concause e sottocategorie e la cosa migliori per tutti è fare questo, pieni di orgoglio e ciechi, la meta non esiste.
Tutto dipende dalla prospettiva e notate che non dico ciò per elogiare o difendere ad ogni costo qualche personaggio particolare, ahhahaahahah meno che meno ciò che scrivo e dico hahahahahaha, ma per indicare come tutto davvero è inerente a certe situazioni e contesti. Secondo me semplicemente se uno messaggio non ci dice nulla lasciamo stare; o se ne sentiamo la puntigliosa necessità cerchiamo di trarrne ciò che c'è di più costruttivo possiamo trovarne.
Alla luce di ciò, ora mi guadagnerò totalmente il titolo di eretico, anche le sacre scritture di qualsiasi religione possono se non comprese dal contesto e dal perchè furono scritte tali cose, essere totalmente fraintese, addirittura cambiare di opinone su certi temi e senza dubbio avere più livelli intepretativi. Ma non è straordinario?

Nessun commento:

Posta un commento

Ho attivato la moderazioni dei commenti solo per evitare spam: appena letti li metterò online.