domenica 1 aprile 2012

L'UNICA VIA

Credo che davvero l'unica soluzione per un mondo maggiormente vivibile per tutti sia davvero un risveglio di coscienza, una presa di posizione sulla tolleranza, la decisione di andare oltre tanti dualismi, conflitti, sete di desideri eccessivi (per eccessivo intendo qualcosa che implica sempre e solo sangue e sofferenza altrui, abuso, per potersi realizzare), antichi odi.Sapere lasciar scorrere, lottare per la presa di coscienza, attaccarci alla vera felicità che è nel essere, in noi stessi, però si emana, esplode incontenibile in ogni nostro atto, piccolo che sia.

Tutto inizia in noi stessi, realizzare questa meta in noi, farci messaggeri di questa verità, essere veri, vivi, coscienze... lasciarsi irradiare da questo grande amore, da questa unità, santità, semplicità che è in noi, tutti noi, a volte nascosta però è lì.... vediamola! Siamo parte di tutto ciò. Si manifesta in ogni cosa, in mille e mille modi, con sottile differenze, e noi caschiamo nei dettagli! Siamo logici ed accurati perdendo la visione più estesa delle cose.
Sono certo che questa è l'unica vera strada e l'unica vera conquista... raggiungere ciò che siamo davvero, sotto tutte le nostre illusioni... e ripeto sempre ci si perde in dettagli! Conosci te stesso, impara ad utilizzare quello che ti serve a non sprecare inutilmente e supera i tuoi dualismi! È un lavoro costante, qualcuno lo realizza rapidamente, altri lottano per mantenerlo, altri si impasticciano ma impareranno, altri nascono e si conservano realizzati... però è l'unica grande via. Non esiste paese città religione continente... esistono solo nella mente, sono funzionali, relativi non assoluti! Espressione della cultura
Apri il tuo occhi, tu, io, noi tutti, siamo l'eterno testimone di ogni cosa nel profondo di noi stessi! Siamo anima, scintilla divina, come vuoi chiamarla, coscienza, essere, ente, ... Tutta la manifestazione della vita è in funzione di ciò che siamo, perché non usare le nostri doti per una maggior armonia? Smussare il tagliente come recita il tao te ching. Perché essere puntigliosi sul colore delle vele della nave e perdersi in disquisizioni filosofiche sui colori mentre siamo in mezzo a una tormenta! Non è il momento ora!
Un abbraccio a tutti, spero tutti uniti nella nostra coscienza e che tutte possano risvegliarsi (anche se so che avviene solo nel giusto momento, ma parlare, diffondere le idee, gli insegnamenti è aiutarci in questo processo).

Nessun commento:

Posta un commento

Ho attivato la moderazioni dei commenti solo per evitare spam: appena letti li metterò online.