domenica 25 marzo 2012

POTERE DI PROIEZIONE ED IDENTIFICAZIONE

Secondo differenti trattati del tema della non dualità, questi due poteri sembrano essere i più forti della mente o addirittura della coscienza stessa.Proiettare il nostro mondo interiore nelle forme esterne ed identificarci con forme, processi, siano essi interno od esterni. (Le note in questo blog sono spesso accompagnate da rielaborazioni personali, come credo sia normale, quindi è ovvio che se qualcuno è interessato al tema è bene approfondisca ed anche in modo critico e magari sperimenti in se stesso, se cerca un riscontro. Non mi propongo come maestro perché neppure ha senso farlo, e tutto è funzionale dalle predisposizioni del momento; per questo tutto è sempre veicolo di qualcosa, senza nessuna esclusione.).

Esistono molte pratiche per sfruttare questi processi, che sono del tutto naturali e in modo naturale alcune di queste tecniche le utilizziamo in modo spontaneo. Qualche necessità, bisogno interiore che può essere stimolato dal esterno, può essere preso in considerazione dalla coscienza che attraverso le nostre esperienze personali, possibilità del momento e altri fattori, può proiettarlo esternamente, a volte in modo molto coerente (appetito fisico, desiderio di mangiare qualcosa) altre volte meno (insoddisfazione per qualcosa, mangiare un certo cibo per piacere [ovviamente le cose possono essere più simboliche e complesse]). Identificazione è sovrapporsi a qualcos'altro. {Si poi si parla di spostamento, negazione ed altri processi mentali, però volevo riferirmi solo a quello che ho incontrato in Samkhara.}
Senso di disagio ed impotenza, proietto nella immagine di un super eroe la mia rivincita e mi identifico con esso. Credo che a volte possono essere utili questi processi, identificarci con il corpo dovrebbe permettere di curarlo ed evitarne il degrado rapido, altre volte non tanto e alcune potrebbero essere anche pericolose per l'integrità fisica del soggetto.
Un processo simile si utilizza nei rituali magici, dove la volontá di una realizzazione si fà sintesi in un processo simbolico che rappresenta quel dato atto che giunge ad un tal risultato. Il fatto, per ciò che riguarda una mia teoria folle, che come tale vi prego considerate, è che se la cosa funziona potrebbe essere pure caso. ahhahaha! Ho però notata un'altra cosa, che si collega alle amate sincronicità:  se il rituale o anche solo un certo atto devozionale o di profonda necessità di qualcosa si avvicina alla sfera archetipa, al profondo di noi stessi, qualcosa avviene. Sembra davvero che si catalizzino le sincronicità però come dire si catalizza il processo però non nel modo che vogliamo. Volevo fare un rituale per invocare dei demoni per un sadhana. Nel sonno l'ho fatto, però in modo non del tutto consapevole. Pensavo di voler fare il rituale , era tardi e non ho fatto nulla, però dentro di me la cosa è continuata nel sonno. È apparso uno scorpione piccolo antropomorfo, ho aperto gli occhi e l'ho visto nel letto vicino a me, e mi sono spaventato. È molto raro mi spaventi nel sonno, e lo spavento è stato perchè la mente mi ha fatto sentire che ero sveglio e avevo questo  scorpione vicino.
Lo scorpione in realtà era nel sogno una donna che aveva deciso di essere demone per qualcosa di orrendo che le era accaduto in vita e non aveva potuto superare. Era molto pentita della sua scelta e soffriva molto. Con rammarico nel sonno le dissi che non c'era nulla da fare era stata una sua scelta e non poteva tornare indietro e mi allontanai. Non fu un attacco il suo, forse solo mi stava insegnando come a volte non ci resta che accettare ciò che siamo diventati e stare attenti a cosa vogliamo diventare (tié mi sono ricollegato al tema... come adoro i processi mentali hahaha).
Credo che il trucco dovrebbe essere poi poter riassorbire tutti i simboli, ricordarci ciò che davvero siamo... come quando uno entra al cinema si gode tutto, magari pure si identifica, poi ritorna a ciò che era prima... il problema che spesso non ci si ricorda o non si è incontrati ciò che davvero si è... lol

{che post inutili che scrivo...}

Nessun commento:

Posta un commento

Ho attivato la moderazioni dei commenti solo per evitare spam: appena letti li metterò online.