domenica 28 aprile 2013

IL TANTRA


Il tantra è davvero un tema molto interessante. Lungi da me affrontarlo in modo esaustivo, se è poi possibile farlo, in un solo post.
Oltre alle varie considerazioni che quello diffuso non è quello originale, che ne esista uno piuù godereccio in stile usa ed un meno in vero stile orientale, etc etc il tantra è il sesso sacro. Tutto è sacro perchè il sesso non dovrebbe? La vita nasce da lì, si perpetua tramite il sesso, ma non solo il piacere, dei vari sensi ci lega alla vita, ci fá sentire non isolati ma collegati... I vari samadhi, in una della loro accezione, sono esperienze anche
di piacere, ma ad ogni modo basati sulla sensorietà. Il tanta è quindi un modo di compiere certe pratiche. L'errore credo sia quello di dargli connotazioni a priori senza provarlo davvero. Non è tanto l'intensità del piacere, ma l'arte de sintere. Come farse un corso di somelier... o imparare in qualsiasi settore le sottigliezze di un'arte. Lo stimolo sensoriale ci porta qui, ora, in più scoglie, come solo il vero fuoco del tantra fa... L´ orgasmo diventa una tappa, una fase... da tempo sostengo che per il maschio eiaculare non è necessariamente il coronamento del piacere, ma è ovvio... certo fisiologicamente ha il suo perchè, senza dubbio. La tensione dell'attrazione libera energia, fa superare limiti e le coccole, ma anche la bestialità di un rito voluto, compreso, sano, ci fa vivere e comprendere di più sulla nostra natura vera, profonda e la continuità e conessione del tutto con il tutto, in cui la coppia è solo un modo per vivere questa verità. Ovviamnte poi il punto è vincere il tabù stesso del sesso, che crea molte divisioni. Ovviamente chi segue un certo cammino in un certo modo, vedrà un problema nel sesso, ma... il sesso sarà sempre una parte della vita senza dubbio alcuno e una certa cultura occidentale cattolica demonizza qualcosa che è sacro. Ho molto generalizzato, il tranta poi può essere anche solo a livello di visualizzazione, o anche fisico, con rapporto sessuale o no, ma cosa cambia in realtà? Sicuro che ogni suo aspetto ha la sua importanza e porta ai suoi benefici. Tra l'altro anche la ricerca in se stessa del piacere porta a raffinare il tutto, a godere del altro, andando quindi oltre alla nostra stessa 'illusione' di individualità. Si sente e si vive, in modo naturale perchè lo è, non ci sono cose esterne alla stessa natura del essere che contiene ogni cosa, con maggiore pienezza la nostra natura di coscienza.

Nessun commento:

Posta un commento

Ho attivato la moderazioni dei commenti solo per evitare spam: appena letti li metterò online.