mercoledì 24 aprile 2013

SACRE SCRITTURE E LETTERATURA SCIENTIFICA

Le sacre scritture sono delle raccolte di sapere antico; sono opere letterarie con le loro contaminazioni storiche, scritte in certi contesti, con un certo gusto, con una certa moda, con certi significati e forse anche con certe mediazioni. Si basano su di un certo tipo di conoscenza, che seppure profonda, utile, attuale in qualche aspetto o forse nella loro stessa essenza, ha senza dubbio alcuni anacronismi ed a volte è usata con anacronismo. Sono del parere che senza dubbio sia da integrare con la conoscenza scientifica di questi ultimi anni, almeno nelle parti dissonanti... in fondo le sacre scritture parlano di creazioni mitiche, interiori, di coscienza, non sotto l'aspetto più materiale, anche se a volte possono trovare riscontri con la scienza, ed è un
tema interessante, altre volte no, ma non sono il cardine della letteratura sacra. È bene averne una visione d'insieme se vogliamo comprenderla. Di contro la scienza stessa non tratta di certi argomenti che sono del tutto fuori delle sue metodologie, da un lato, ma con le scienza cognitive nelle sue varie branche si avvicina a temi collegati alla religione, filosofia, spiritualità. Il tutto diventa poi credere in una cosa o nel altra, e trarne le nostre conseguenze, in modo critico per ciò che possiamo; ma si cade sempre nel principio di autorità in un certo senso, si arriva al punto in cui 'non si sá'. Per me quel punto è quello in cui davvero dovremmo rifugiarci ... da un'ottima prospettiva!

Nessun commento:

Posta un commento

Ho attivato la moderazioni dei commenti solo per evitare spam: appena letti li metterò online.