giovedì 9 maggio 2013

IL DESIDERIO DI MORTE


Il desiderio di morte è quel anelare alla fine dell' esistenza, al oblio, a quella nera oscurità. Mi affascina, mi piace, ci vedo dentro il nulla. Non mi spaventa questa oscurità proprio per niente, la vedo come la vera casa, l'assoluto da cui tutto giunge. Ma... vedo anche tante delusioni, vedo anche la voglia di stabilitá, di andare oltre ad una certa precarietà, al divenire... e non posso che accettare questa visione. Anche questa è vita in un suo aspetto ed il desiderio nasce da aspettative... anche il desiderio di morte. Si accumula esasperazione a volte, con il tempo, un costante logorio... legna e legna di desideri che brucia... ed intossica a volte,...  É
normale. Lo só benessimo e neppure questo mi spaventa, o forse non mi attacco a questa paura... Ma non voglio attaccarmi a nulla, solo lasciare scorrere in beatitudine questo stato. Morte è cambiamento, quindi desideri cambiare... e la vita nel vivere è costante cambiamento... E di nuovo siamo nel divenire e nella certezza che esista...
Ma quindi morte è cambiamento o stabilità? Giá la mente non lo comprende e si perde, finalmente in questo oblio... ahahhaha!

Nessun commento:

Posta un commento

Ho attivato la moderazioni dei commenti solo per evitare spam: appena letti li metterò online.