domenica 26 maggio 2013

STUPENDO CONTEMPLARE IL CAMBIO DELLE COSE...

È stupendo contemplare il cambio nelle cose... Vedo come le cittá si modifichino, per esigenze varie, e abbiamo la loro vita, le loro fasi, come tutto.
Così come le nazioni, l'economia, le civiltá... Seguono un corso a volte simile, con tempi differenti, ma sono parte del divenire. E si sente stupore per le novitá, quel "ma dai... pure qui ..." e quella malinconia, "... ma guarda come è adesso, una volta ...", poi magari si critica, non si comprende, si preferisce la nuova forma, ci si abitua rassegnati cercandoci qualche strascico del passato o trovandoci qualche punto costante attraverso il tempo.

Ed è bello! È vita e vivere... È arte! Ma arte Arte, mica finta e sintetica, è piena di emozioni e realtà, inondante di energia vera (se la cogliamo certo)!
E sento tutto il tempo e le ere come collassare... vivere nel ora tutte assieme, senza perdere qualcosa di caratteritisco che le distingue, ma diventano sottigliezze, dettagli, pregevoli certo,... che non mi si accusi di non cercare di godere delle cose, sarebbe una grave bestemmia alla vita (il non cercare di godere non certo l'accusarmi)...
Sento allora che il fare progetti e lottare per indirizzare le cose  verso una direzione con schemi prefabbricati e cercando la soluzione matematica e fissa a tutto... forse sia una grande cantonata. Le cose vanno come vanno, certo possiamo cambiare il nostro ruolo e giocarlo diversamente, ma certi elementi, certe direzioni sono più grandi, sono direttive della natura, di una volontá divina, del fato se vogliamo chiamarla in altro modo. Ma, noi ne siamo parte, in fondo è nostra stessa volontà... esistiamo per volontá di esistere, esistiamo perchè esistiamo. Facciamo bastare la semplice verità che è davvero corona sublime e santo graal della vita intera. 

Nessun commento:

Posta un commento

Ho attivato la moderazioni dei commenti solo per evitare spam: appena letti li metterò online.