giovedì 31 maggio 2012

ASURA, DEVA & ERESIE

((Forse dopo tutti questi mesi ho imparato dove si mette il titolo del post! hahahaha))


Asura nel hinduismo sono i demoni e Deva gli dei, come entità positive. È una classificazione parziale e come molte cose ha differente prospettiva, mi spiego meglio nel caso particolare: con il cambio della cultura hindiana vecchi divinità, asura, persero la loro importanza per essere sostituite da nuove, i devi. Questo cambiò fu così radicale, che specie in alcune correnti religioso filosofico, le vecchi divinità diventarono malvagie. Vorrei anche aggiungere che per il buddismo asura sono altra cosa, quindi dipende sempre cosa si intende, con quale accezione, con quale sfumatura.
Per qualcuno asura sono le tendenze egoiche di noi stessi, di quel egotismo che implica possesso per le cose, ed attaccamento specie fisico, in modo possessivo, mentre deva sono più qualcosa che aiuta a liberarsi da questo attaccamento, ma potrebbe anche essere un grande desiderio di aiuto, di collaborazione costruttiva per il progetto di qualcun altro se questo implica un certo grado di nobiltà. Ma anche questa è una interpretazione limitata e come sempre dipende dal contesto. Ora, sia asura che deva sono parte del tutto, e necessari, in fondo sono espressione  della nostra stessa natura più profonda. Ma non è di ciò che voglio parlare piuttosto di questo passaggio, di come a volte il vecchio diventi il male, il nuovo il meglio, e di come da una strada canonica ne nascano milioni di altre, considerate eresie. Tutto questo è l'evolversi della vita che passa anche nella nostra cultura, piaccia o non piaccia. Quella cultura che a volte risfodera mode vecchie che ritornano al ultimo grido (ma le mode durano poco) o che riporta in auge teorie antiche, screditate per secoli, poi riconsiderate sotto una nuova luce o con una nuova sfumatura che ne luccica il valore al occhio di alcuni.

Spesso eresie e demoni servono per rafforzare un gruppo, così che cresca il suo ardore per combattere il male essendo così per riflesso, egli stesso il bene. A volte, se non sempre, tutto ciò porta a catastrofi tremende, ed è un gioco che spesso si ripete a più livelli. Volevo solo lasciare questo spunto, su come spesso si critichino le cose senza conoscerle, godendo passivamente di eredità intellettuali di qualcosa di mal digerito, senza nulla togliere allo splendore del gioco della vita, che per suo diletto davvero combina di tutto. Quello che mi lascia allibito, cedo ad un ruolo nel gioco, è come davvero le persone spesso non vogliano vedere, e continuano cieche la loro battaglia contro se stessi senza neppure accorgersi. Però forse è vero siamo nel kali yuga, così vanno le cose.

Edit
Eresie sono visioni non standar e canoniche al interno in un tal culto, che servono a migliorare, modificare o far generare altre scuole con altre interpretazioni della tal religione o chiesa. Sostengo sempre che sia sia tutto per tutti, in fondo la natura stessa mostra come la diversità sia meravigliosa. Incomprensioni e lotte ci saranno sempre, almeno nella nostra era; forse un giorno cambieranno le cose, tutti saremo più saggi e ponderati, per ora siamo qui, in questa situazione ed in questa dobbiamo vivere e realizzarci.

Nessun commento:

Posta un commento

Ho attivato la moderazioni dei commenti solo per evitare spam: appena letti li metterò online.