sabato 15 dicembre 2012

IL GRANDE ERRORE


Meditando e concentrandomi sul essere, ho sentito di rivivere e chiarirmi alcune esperienze, come quella del angelo-sè come porta verso cui passare... questo pensioro mi ha rivelato un grande errore che spesso comettiamo nel cammino.
Vediamo la porta, ne rimaniamo affascinati, magari la apriamo un pò e una luce forte ci colpisce, o meravigliosi suoni e colori, profumi,... magari pure sbirciamo dentro incominciando a vedere qualcosa e... ci fermiamo a questo.
Ce ne andiamo, senza entrare e continuamo a ripensare alla esperienza, in quello che abbiamo sentito, visto, e a volte ci rimettiamo poi a ricercare la stessa cosa... ma quello che cerchiamo è un ricordo del riflesso del
esperienza, non l'esperienza e per questo non possiamo vederla, goderla nuovamente o peggio andare oltre. La porta è aperta, dobbiamo solo entrare e rimanere al di là, in verità dove sempre siamo stati. I rumori da dietro della porta sono solo riflessi della luce e del santuario che c'è dentro che è la verità universale e lì c'è la nostra sedia, il nostro vero posto :)

Nessun commento:

Posta un commento

Ho attivato la moderazioni dei commenti solo per evitare spam: appena letti li metterò online.