martedì 25 dicembre 2012

IL POTERE DELLA VOLONTÀ


Il potere della volontà è senza dubbio uno dei poteri più grandi del universo. Volendo davvero qualcosa, fissando la mente nel obbiettivo in modo fermo e deciso, sempre qualcosa si smuove. E la perseveranza e l'attenzione permettono di correggere il tiro fino giungere la meta, ed andare oltre la meta stessa.
Nella mente mi gira una riflessione: anche nei processi dialettici chi è più sicuro, convinto e fermo nella sua posizione, vince. Se poi la sua posizione è la vacuità non esiste neppure un punto su cui esista la dialettica stessa ed il processo cade nel nulla (o quasi).

La magia è un atto di volontà. Guardiamo bene noi stessi e poniamo attenzione a cosa si muove. Vedremo dei semi di qualcosa, che fanno crescere qualcosa, in modo spontaneo, naturale. Spesso le nostre supposte decisioni sono propriamente conseguenza di qualcosa prima. Vedendo bene dentro di noi possiamo darci conto e comprendere che non è l'io a decidere, o meglio che l'io è un insieme di cose, ma non tutte e neppure il reale centro di tutto, è solo qualcosa di funzionale, nato da qualche seme e quando sarà maturo cadrà dal albero... e qualcosa in qualche modo continuerà...
Liberandoci da tante limitazioni e schemi, facendo pulizia nel giardino, possiamo godere meglio della sua belezza e magari selezionare anche alcune piante, ma vanno coltiva... più il giardino vuole essere particolare più lavoro c'è da fare, o si decide di lasciare tutto solo alla natura, o di intervenire solo se davvero lo vediamo necessario...

E la magia? La magia è la vita, è la bellezza del tutto, della creazione, della fascinazione delle cose stesse che sono riflesso di una bellezza echeggiante in ogni cosa, la cui origine è oltre ogni cosa. Si può anche essere il potere di illusione della mente e forse realmente lo è.

Nessun commento:

Posta un commento

Ho attivato la moderazioni dei commenti solo per evitare spam: appena letti li metterò online.